giovedì 31 ottobre 2013

DIRITTI UMANI SCIPPATI E VESSATI


Cons. comunale Frongia  e dirig. Dott.ssa Iorio quando restituirete al segregato Antonio Panci casa e diritti scipatigli da truffaldina Romeo spa,Vigili criminali e complici che han dichiarato il Falso?

Roma, 29 ottobre 2013

Faccio seguito alla email di Carlo Bertone  27.09.13 con cui mi precisa il contenuto di nota Nicola Galloro il quale ha "forse risolto definitivamente il mio problema in quanto ha esposto i fatti alla Dott.ssa Iorio" la qual dirigente mi avrebbe dovuto inviare una comunicazione in merito; ma io non ho mai ricevuto nulla pur sollecitando Bertone dato che Galloro non  risponde alle mie chiamate telefoniche, né riscontra le email. Successivamente, il 25 c.m,. Bertone mi riferiva telefonicamente di sopraggiunti ostacoli a promesse Galloro ed invitavo tali Bertone e Galloro a contattare il Cons.re comunale Frongia con mia nota di pari data ma predetti collaboratori di segreteria d'ass.re Ozzimo anche ieri si son resi irreperibili e indisponibili  a rispondermi anche ai relativi telefonini personali. La questione è divenuta ancor più sospetta perchè il Vice Sindaco Nieri, avendo chiesto e ottenuto miei documenti lo scorso 26.08.13, ancora non mi ha  riscontrato; né Foschi (di segreteria Sindaco Marino) si è curato riscontrarmi dal 17.07.13 dopo aver fornito anche a lui miei documenti. 
La mia "vicenda ignobile" è stata il 30.06.13 ben rimarcata da Il Fatto Quotidiano  e in precedenza anche da Il Messaggero del 25.05.12, ma entrambi i Sindaci di Roma Alemanno (di destra) e Marino (di sinistra) si son rifiutati bonificare mala gestione pubblico denaro perpetrata dalla Romeo spa con il cui appalto comunale milionario di € - senza alcuna verifica contabile, tecnica ed amministrativa - danneggia o privilegia, manipolando atti d'ufficio e servendosi di complici inclusi vigili urbani,  gli utenti delle case comunali, sia Erp che di Risulta. E citato Galloro ben sapeva e sa le rappresaglie che ho subìto e sto subendo da detta Romeo gest/spa per aver censurato suo non trasparente operato e relativa malagestione, tant'è che stesso Galloro - dopo avermi assegnato casa alla Garbatella a magg. 2004 (per furto totale di quella a Torbellamonaca nel 2003 in attesa che l'allora sindaco Veltroni sgomberasse gli Occupanti abusivi privilegiati al centro storico di Roma e il Codacons al quartiere Prati) - si attivò il 17.10.12 alla Provincia di Roma (prima che Zingaretti occupasse la carica di Presid/Giunta Reg.Lazio) con istanza scritta n. 347(mai ricevuta in copia seppur richiesta) al cons. Cecchini  ma soprusi e intrighi a mio danno non sono mai cessati poiché la Romeo gest. spa manovra in modo illecito politici ed istituzioni con sospetta connivenza pur di Presidiente Camera Deputati Boldrini, Guardia Finanza e attuale Presidente Reg.Lazio Zingaretti, sia su mala gestione-sperpero denaro da parte Romeo su irrispettato appalto manutezione case comunali, sia su relative non regolari procedure  vendita (vista rispettiva inadempienza a mia Petizione  8.04.13, i cui fatti reato, anziché essere stati bonificati e denunciati all'A.G.,vengono perseverati per favorire senza scrupoli occupanti privilegiati e/o facoltosi e danneggiare quelli regolari anziani e/o disabili con complicità di NOTI Vigili urbani,  d’ex Sindaco Alemanno e attuale Marino, di V.Sindaco Nieri, di Enzo Foschi e tutti gli altri destinatari indicati nel frontespizio di detto mio documento 8.04.13). . 
Non solo, ma anziché revocare citato appalto a truffaldina Romeo spa, questa viene pur favorita nell’aver stipendiato ex portiera assenteista dal lavoro per numerosi anni oltreché complice  di Falso in solido a quei Vigili urbani che han danneggiato me e pure - con estorsive  spese di portierato inserite nei bollettini canoni di locazione alloggi - gli inquilini di 2 stabili comunali alla Garbatella insabbiando i lor esposti  sett. 2008. E dopo il danno una maggior beffa, poiché tale “spia/complice” di Romeo/Vigili è stata persino premiata con incarico recente al servizio tecnico Municipio 8° a via degli Armatori 13, ove è in forza pur il resp/le S.U.E. arch. Pasquarelli, ancora omissivo a mio sollecito formale 8.10.13 (L.241/90) su abusi e inerzie anzidetto 8°Municipio. Peraltro la Presid. Boldrini sembra non trovi tempo risponder a mie petizioni 29.03.13 e  8.04.13 rimanendo anch’essa inadempiente ad art.50 Costituzione e a L. 241/90, preso atto che pur il quot. Il Tempo 18.10.13 pag 4 rivela che sia una favorita assenteista, presiedendo “ la Camera solo 19 giorni in 7 mesi" e, quindi, forse non è errata l'affermazione del deputato M5S Carlo Sibilia (espressa nel video su Internet) che siam finora soccombenti a Governo italiano "illegittimo e sovversivo" poiché vengono favoriti i disonesti ed i fuorilegge. 

Chiedo perciò a Cons. Frongia e dott.ssa Iorio quando cesseranno i soprusi ed intrighi a mio danno da truffaldina Romeo gest., VV.UU. e complici che han dichiarato il Falso per scipparmi casa e diritti umani. 

Antonio Panci
Consulente Tecnico Ambientale, Tel. 337.517553 


INTERVISTA A ROSARIO MARCIANO' - FEBBRAIO 2013



SCIE CHIMICHE E PIRATERIA GIUDIZIARIA - GIANNI LANNES

Piemonte (autunno 2013): scie chimiche - foto Ferioli



di Gianni Lannes


Un'idea non la puoi arrestare: impossibile sequestrare la conoscenza.Un intollerabile abuso di potere con sprezzo del ridicolo! Anzi, prove concrete di regime totalitario. Ieri la Polizia Postale ha fatto irruzione nella casa dei fratelli Marcianò (che non conosco personalmente e non ho mai incontrato) e ha sequestrato computers e materiali sulle scie chimiche. I Marcianò, come è abbastanza noto, da anni fanno informazione in materia! Ammettendo per assurdo che la guerra ambientale con finalità segrete, ma palese nei suoi effetti, è una leggenda metropolitana, allora perché sequestrare la documentazione ai Marcianò?

Sono curioso di leggere la motivazione in eventuale punta di diritto che il magistrato ha usato per giustificare un simile atto. E già che ci siamo anche nome e cognome del pm per potergli porre qualche domanda.


Campobasso (29 ottobre 2013): scie chimiche - foto SDA

In pratica la magistratura, almeno fino a questo momento, invece di"arrestare" gli aerei che ogni giorno partono e decollano da aeroporti sul suolo italiano che scaricano veleni tossici (alluminio, bario, polimeri artificiali) su milioni di ignare persone, cerca di tappare la  bocca a chi ha commesso lo "psico-reato" di raccontare la realtà dei fatti. Intollerabile per chi comanda.



Ecco, se adesso qualcuno pensa ancora di vivere in uno Stato di diritto, ha la riprova concreta del contrario. Se il sistema di potere dominante giunge a questo abominio con una gravissimo atto intimidatorio, allora è in crisi profonda. Tutti muti e obbedienti, anzi ossequienti.

Non fatevi illusioni. In Italia la democrazia è stata ammazzata già da un bel pezzo! Siamo vittime e cavie di una guerra ambientale non dichiarata. E guai a chi fiata!

Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere, perché conoscere è saper leggere, interpretare, verficare di persona e non fidarsi di quello che  ti dicono. La conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto del potere. Di ogni potere.

Se chi comanda nel nostro Paese per conto di entità terroristiche straniere, pensa di poter impensierire o fermare il risveglio della coscienza umana con simili atti, usando l'arma giudiziaria, è già fuori dall'alveo umano e dalla storia della civiltà.


Campobasso (29 ottobre 2013): scie chimiche - foto SDA

Invito ogni persona di buona volontà a diffondere urbi et orbi i contenuti di denuncia sull'aerosolterapia bellica in atto contro la popolazione inerme. 


Dunque, è stato appena inventato un nuovo reato: la diffusione documentata di informazione consapevole. L'unico compito assegnato dal legislatore alla magistratura è quello di far applicare la legge. Non altro. Se ciò accade, la magistratura, o meglio alcuni magistrati sono fuori dalla legalità. Ne tengano conto i togati telecomandati prima di mettere in atto eventuali altri atti intimidatori. La giustizia viene "amministrata" in nome del popolo sovrano, non del tiranno di turno.

E' in atto il più grande crimine contro l'umanità. L'unica cosa da fare è promuovere una mobilitazione popolare con uno sciopero generale ad oltranza, pacifico e nonviolento che paralizzi tutta l'Italia, fino a quando questi parassiti che hanno inquinato i gangli delle istituzioni saranno costretti a togliere il disturbo per sempre. L'unione fa la forza! 

E a proposito di citazioni, ecco cosa aveva scritto Vittorio Alfieri nel 1790: 

"TIRANNIDE indistintamente appellare si debbe ogni qualunque governo, in cui chi è preposto alla esecuzion delle leggi, può farle, distruggerle, infrangerle, interpretarle, impedirle, sospenderle; od anche soltanto deluderle, con sicurezza d'impunità. E quindi, o questo infrangi-legge sia ereditario, o sia elettivo; usurpatore, o legittimo; buono, o tristo; uno, o molti; a ogni modo, chiunque ha una forza effettiva, che basti a ciò fare, è tiranno; ogni società, che lo ammette, è tirannide; ogni popolo, che lo sopporta, è schiavo”.

Un padre della Costituzione repubblicana italiana, Giuseppe Dossetti: ha argomentato: 

  
"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino".

La segretezza è il principio della tirannia. Frignare non serve a niente, piuttosto bisogna combattere concretamente  l'annientamento dell'essere umano pianificato da chi detiene il potere economico e politico! L'informazione libera e indipendente è il sale della democrazia.


SU LA TESTA!









INTIMIDAZIONI

Ho ricevuto la mail seguente per conoscenza. Intimidazione? Minaccia velata? 
Sappiano che dovranno fermarne migliaia e migliaia di italiani perché noi siamo solo la punta di un icerberg enorme che sta emergendo.

Grazie a chiunque divulgherà le informazioni.
Elia Menta



Da: Task Force Butler [tf_butler@email.it]

a: Gent. ma Polizia Postale - Sezione di Asti
e p.c.
Gent.ma Polizia Postale - Sezione di Imperia

la presente per informarvi che il Sig. Elia Menta, residente a Montegrosso D'Asti, email: perchiunquehacompreso@gmail.com, ha pubblicato su Youtube un video nel quale, con riferimento ad un sequestro compiuto dalla Polizia Postale di Imperia nei confronti del Sig. Rosario Marcianò, accusa pubblicamente la stessa Polizia Postale di aver compiuto il sequestro allo scopo di poter "infilare" nel materiale informatico sequestrato prove false.

Il video del Sig. Menta è visibile qui: http://www.youtube.com/watch?v=ehrV_Xafjz4

Comunico che, per ogni evenienza, ho provveduto a scaricare copia del video in questione che potrà esservi fornito dietro vostra semplice richiesta.

La presente per mettervi nelle condizioni di intraprendere qualsiasi iniziativa da voi ritenuta opportuna.


Distinti saluti.

INTERCETTAZIONI E LIBERTA' DI STAMPA



Ciao Elia, traduco e commento


Notizia dell'Associated Press:

"La regina Elisabetta II ha approvato mercoledì la nuova regolamentazione delle notizie, sviluppata in seguito allo scandalo delle intercettazioni.

Ma l'approvazione delle nuove regole, da parte della regina e di tutti e tre i maggiori partiti politici britannici, non conclude un aspro dibattito nazionale a riguardo. Molti giornalisti si oppongono radicalmente, e la stampa sarà libera di adottare le misure o restare al di fuori della nuova regolamentazione.

Con la nuova legge verrebbe formato un organo che sottoporrebbe i giornali e le riviste britanniche a un comitato di sorveglianza appoggiato dal governo, con lo scopo di eliminare gli abusi scoperti dallo scandalo intercettazioni, che rivelò che i giornalisti del News of the World, di proprietà di Rupert Murdoch, e di altri giornali, ascoltavano illegalmente i messaggi vocali di personaggi pubblici e vittime del crimine.

Molti nel mondo dei media sostengono che tale organo, in teoria indipendente, potrebbe essere abusato dai politici per punire le pubblicazioni non gradite. Affermano inoltre che le loro proposte alternative sono state ingiustamente liquidate.

I giornalisti stanno combattendo un'azione di retroguardia per evitare la regolamentazione, e mercoledì gli editori si sono recati alla Corte Suprema e alla Corte d'Appello per bloccare l'operato del governo. Entrambe le corti hanno respinto il tentativo degli editori di ottenere una revisione giudiziale e un'ingiunzione.

Difficilmente la sconfitta sarà definitiva. Diverse pubblicazioni hanno già minacciato di boicottare il nuovo organo, e alcuni pensano di portare la causa alla Corte Europea dei Diritti Umani."


Come si vede, la censura dell'informazione procede a ritmo serrato e coordinato a livello internazionale. Notiamo che:
  • Vengono fornite a pretesto delle buone intenzioni (problema-reazione-soluzione)
  • Sia la regina che i tre maggiori partiti sono d'accordo (quando si dice bipartisan!)
  • Gli organi giudiziari respingono disamine legittime per assecondare e accelerare l'operato del governo (vi ricorda niente?)
Come da progetto, la tirannia atlantica sta stringendo la morsa: prepariamoci.

Mandragola

mercoledì 30 ottobre 2013

SEQUESTRO AI MARCIANO' PER FERMARE LA DENUNCIA DELLE SCIE CHIMICHE

video


MARRA INCALZA FORMIGONI: "PERCHE' NON SI RISOLVE IL PROBLEMA DEL SIGNORAGGIO"?

video

Per quanto tempo questi "politici" pensano di cavarsela con le solite filastrocche?
Hanno venduto l'Italia a poteri sovranazionali e sono responsabili dello sfacelo che stiamo vivendo, ma continuano a recitare il loro squallido copione. 


Prima o poi la Giustizia (non la legge) si imporrà.


Elia Menta


CHI NON DIVULGA LA VERITA' E' COMPLICE DEL SISTEMA

video

Questo post verrà riproposto con cadenza settimanale.
SARA' UN PROMEMORIA, MI AUGURO POTENTE, PER TUTTI NOI.

Elia Menta


SALVATORE TAMBURRO, LA SOVRANITA' MONETARIA E IL DEBITO DETESTABILE


Massima stima per Salvatore Tamburro.


L'INGANNO DELLA MONETA E DELLE BANCHE

video


martedì 29 ottobre 2013

SOVRANITA' MONETARIA E DINTORNI

video


L'audio è penoso? Lo so. La Rai, CON I NOSTRI SOLDI, sa FARE MEGLIO.
Oltre che comprare con i miei soldi una videocamera amatoriale e un cavalletto non riesco a fare altro.

Un quasi stanco
Elia Menta


RASSEGNA STAMPA DEL 29 OTTOBRE 2013


RASSEGNA STAMPA DEL 29 OTTOBRE 2013 - A cura di Matteo


LA LEOPOLDA COME DONNA FUGATA
http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=22573


ECONOMISTI ALLO SBARAGLIO
http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=22575

LA PRIMA VOLTA DEI BANCARI IN PIAZZA, GIOVEDI' 31 SCIOPERO NAZIONALE
http://www.stampalibera.com/?p=67853

MONTI FIERO ALLA CNN MENTRE ERA PREMIER: "STIAMO DISTRUGGENDO LA DOMANDA INTERNA"
http://www.stampalibera.com/?p=67850

PIAZZA PULITA: TRE MINUTI DI ARIA FRESCA IN DUE ORE DI ARIA FRITTA
http://www.stampalibera.com/?p=67868

L'AVIAZIONE ISRAELIANA BOMBARDA IL NORD DELLA STRISCIA DI GAZA(PALESTINA)
http://www.stampalibera.com/?p=67845

REATO PENALE DI OPINIONE ANTI-EU IN GRECIA
http://www.stampalibera.com/?p=67843

CALABRIA: SOLDI FINITI PER 25MILA DISOCCUPATI, VANNO AI DISOCCUPATI STRANIERI
http://www.stampalibera.com/?p=67837

E IN ARRIVO UN'ALTRA DIRETTIVA STILE SOVIET SUPREMO
http://www.stampalibera.com/?p=67835

ROMA: SFRATTATA 77ENNE, ATTIVISTI SU STATUA MARCO AURELIO
http://www.stampalibera.com/?p=67835

IL CARTELLO DELLA FEDERAL RESERVE: LE OTTO FAMIGLIE
http://www.stampalibera.com/?p=67828

JACK STRAW: L'AIPAC(LOBBY FILO ISRAELE) PRINCIPALE OSTACOLO PER LA PACE IN MEDIO ORIENTE
http://www.stampalibera.com/?p=67825



NOI O IL POTERE. SCEGLI



Siamo nella fase decisiva.
Milioni di persone conoscono la vera realtà e altri milioni hanno compreso, o anche solo intuito, che questo mondo ha qualcosa che non va, qualcosa di malato, deviato, dis-umano.
Abbiamo scoperto di giocare una partita truccata ed è per questo chi gestisce il sistema ha paura.
La paura di chi ha il potere, quello vero, quello che permette di imporre la morte di milioni di persone con poche parole, è misurabile attraverso il livello di violenza, più o meno palese, più o meno crudele, esercitata nei nostri confronti.

Eclatanti esempi della violenza utilizzata dal sistema sono le proposte di legge degli ultimi mesi, da quelle che vogliono impedirci di poter diffondere la realtà dei fatti storici, a quelle che stabiliscono che il non-normale è più normale del normale a quelle che impediranno, probabilmente, di scambiarci informazioni anche sulla rete o di dire liberamente la nostra opinione anche sull’Europa e sull’euro.  Il diritto, figlio dell'attività dello spirito umano, strumento nato per gestire, migliorandola, la vita collettiva, si è trasformato nel mezzo preferito dal sistema per ingabbiarci e limitarci.

All'uso distorto e degenerato del diritto si accompagna la violenza fisica, quella palese, e mi riferisco anche e soprattutto all' “incidente” stradale subito da Antonio Marcianò. Antonio e Rosario Marcianò si impegnano da anni e con coraggio nello scoprire e diffondere la verità sul fenomeno delle scie chimiche e proprio per questo hanno subito e subiscono insulti, molestie, intimidazioni da parte dei servi di un sistema che colpisce pochi per colpirne milioni. Se noi lo permetteremo.

E' bene chiarirlo una volta per tutte: chi ha in mano il potere, chi DAVVERO prende quelle decisioni poi vigliaccamente eseguite dai loro servi, chi ha deciso di stringere la morsa per strappare agli Stati ogni residuo di indipendenza usurpandone i poteri, chi ha deciso di toglierci ogni briciola di libertà non solo vuole renderci completi schiavi ma vuole anche il nostro totale abbruttimento fisico, morale, spirituale
Chi detiene il potere vuole svuotarci da tutto ciò che contraddistingue gli esseri umani dagli animali.
Ci vogliono schiavi. E bestie.
E' ora di dirlo con tutta la voce che abbiamo in corpo, di comprenderlo e diffonderlo per poter finalmente agire di conseguenza.
Si può utilizzare egoisticamente una bestia solo come mezzo di trasporto, soltanto per i propri personali scopi, difatti; volendo, un cavallo lo si può sovraccaricare di materiale da trasportare per chilometri, fin quasi allo stremo. Ma frustrarlo ai fianchi, far uscir fuori il suo sangue, picchiarlo selvaggiamente anche dopo che ha svolto il lavoro, picchiarlo fino a fargli piegare le ginocchia, fino a farlo accasciare esanime al suolo, significa che non lo si vuole utilizzare SOLO come mezzo di trasporto, come schiavo.
Significa che si è mossi da ODIO profondo nei suoi confronti. Un odio cieco e viscerale.
Ed è cosi che si comportano gli uomini attualmente al potere, quei componenti di quelle antiche dinastie che per secoli si sono infiltrate e poi hanno gestito, guidato, le sorti di intere nazioni. E non si fermeranno se noi non li costringeremo a fermarsi, se noi non li contrasteremo energicamente ed efficacemente, se noi non riusciremo a trasformare le nostre parole in fatti superando finalmente inutili divisioni e dannosi egoismi, vincendo la vigliaccheria che ci paralizza. 

Chi non crede ancora che questa sia una guerra fra chi vuole ripristinare quel naturale e sano ordine che per millenni ha permesso al genere umano di vivere e di creare, quell'ordine che per millenni ha permesso all'uomo di esprimersi, di migliorare la sua realtà, di essere libero poiché al servizio del creato, e chi vuole il caos distruttivo, chi non crede che questa sia una reale  spietata guerra fra la vita e la morte o è un illuso o è un ignorante o entrambi. In ogni caso ugualmente subirà gli effetti di questa guerra; e chi invece ha deciso consapevolmente di nascondere la testa sotto la sabbia è bene che sappia che la codardia non lo salverà.
Certo - si potrebbe obiettare - la codardia, almeno nei casi estremi, fa vivere a volte qualche anno in più, ma chi afferma ciò cade nella tipica trappola di noi uomini “moderni” del ventunesimo secolo: noi dimentichiamo troppo spesso che l'unica cosa certa nella vita è la morte, che la nostra morte ci è vicina e ci accompagna fin dalla nascita senza mai toccarci, fino al momento in cui avvertiamo quel tocco e senza bagagli o valigie dovremo partire per il grande viaggio nei mondi sconfinati dell’aldilà.

Eclissati nella propria codardia si potrebbe anche vivere, forse, per qualche anno in più, magari ben nascosti dietro uno scudo di egoismo, ma la morte prima di prenderci per mano si diverte a far proiettare alla mente le immagini a ritroso della propria vita: egoismi, pochezza, codardia, assenza di dignità divengono allora torture insopportabili a cui stare di fronte.
La dignità è definita come: “Considerazione in cui l'uomo tiene se stesso e che si traduce in un comportamento responsabile, misurato, equilibrato”.
Quindi si sputa sulla propria dignità quando si va a elemosinare un lavoro, non si ha dignità quando si ha paura di dire la verità, non si ha dignità quando si comprano giornali e riviste gestite dagli schiavi del sistema, non si ha dignità quando si accende la tv, non si ha dignità se non si è pronti a rischiare per salvaguardare quella aberrante parola pronunciata dagli stupidi per gli stupidi: la “reputazione”. Non si ha dignità se pur avendo capito che ora è in gioco il proprio futuro e quello delle generazioni che verranno, si rimane con le mani in mano.
Si è già persa la dignità e non si è perciò esseri umani ma solo proiettate ombre di bestie se si lascia da solo chi da anni si batte per la verità e per il bene degli italiani. Non si ha dignità se non si decide che si è responsabili del proprio e dell'altrui futuro o non si è pronti a passare dalle parole ai fatti.

Noi siamo gli occhi, le bocche, le braccia, la forza del potere. Senza di noi non possono fare nulla, sono solo pochi uomini, pochi, feroci e parassiti sanguisughe.
E loro lo sanno bene, per questo hanno paura. Hanno paura di vederci agire in maniera pacifica, uniti, insieme, organizzati. Hanno paura di vederci decidere di non dare più il nostro consenso al nostro dissanguamento, al nostro sterminio, hanno paura di vederci decidere che ora i nostri occhi, le nostre bocche, le nostre braccia sono al NOSTRO servizio. Hanno paura di vederci decidere di tornare ad aiutarci reciprocamente, come per decine di secoli avvenne.
Hanno paura di vederci agire uniti, compatti, determinati.

Ora abbiamo bisogno di uomini.
Ma esistono ancora gli uomini veri?
Lo vedremo nelle settimane e nei mesi che verranno.

Al momento giungono solo flebili segnali.


"Nulla si ottiene senza sacrificio e senza coraggio. Se si fa una cosa apertamente, si può anche soffrire di più, ma alla fine l'azione sarà più efficace. Chi ha ragione ed è capace di soffrire alla fine vince.

(Gandhi)

 AM


CLASS ACTION CONTRO EQUITALIA. LA CASSAZIONE SENTENZIA CHE E' POSSIBILE


Finalmente la Corte di Cassazione apre alla difesa comune  contro le usurpazioni, vessazioni, angherie, violenze di Equitalia .

Class action contro la riscossione delle cartelle di pagamento,… a  condizione però che la contestazione dei contribuenti sia coerente ed uguale tra tutti quelli che sottoscrivono l’azione giudiziaria.

Con la sentenza 4490 del 22 febbraio 2013 la Corte di Cassazione ha disposto l'ammissibilità di un unico atto che mira a tutelare diversi soggetti con riferimento a diverse cartelle, nonostante quello che dice l'articolo 18 del D. Lgs. 546 del 1992 che stabilisce che «ogni atto autonomamente impugnabile può essere impugnato solo per vizi propri».

La Cassazione spiega nella motivazione della sentenza che è possibile un cumulo dei ricorsi per i procedimenti tributari sentenziando : «Più parti possono agire o essere convenute nello stesso processo, quando tra le cause che si propongono esiste connessione per l'oggetto o per il titolo dal quale dipendono oppure quando la decisione dipende, totalmente o parzialmente, dalla risoluzione di identiche questioni».

Questo rende possibile ricorsi comuni anche di migliaia di contribuenti o cartellarizzati contro Equitalia, dato che più procedimenti possono essere contestati: «anche se in relazione a distinte cartelle di pagamento, ove abbiano ad oggetto, come si evince nella specie dal contenuto dell'atto introduttivo integralmente riportato in ossequio al principio di autosufficienza, identiche questioni dalla cui soluzione dipenda la decisione della causa».

Un primo immediato effetto, al di là dell'eventuale sentenza favorevole o meno, sarebbe quella di ridurre le spese legali per le azioni contro l'Agenzia delle Entrate essendo queste supportate da uno stesso avocato per centinaia o migliaia di diversi soggetti.

Altro fronte, ma obiettivo comune, è quello della legge di Stabilità 2013. Che ha introdotto una nuova procedura proprio per eventuali contenziosi tributari. La procedura dovrebbe permettere al contribuente di richiedere l'immediata sospensione di ogni azione da parte di Equitalia, quando la comunicazione di pagamento da parte dell'Agenzia delle Entrate è illegittima (anche per gli accertamenti esecutivi). La procedura non è automatica, ma si dovrà comunque avviare un contenzioso.

VEDERE DOCUMENTO :

COMUNICAZIONE DI RICHIESTA DI SOSPENSIONE TEMPORANEA DELLA RISCOSSIONE

Pubblicato appresso :




lunedì 28 ottobre 2013

CONFERENZA SCIE CHIMICHE A VIADANA CON CORRADO PENNA



QUANDO I SOVRANI ERANO TALI...



...avevano sia l'interesse che il potere necessario per difendere i loro popoli. Questo è l'editto della regina inglese Elizabeth I, che regnò dal 1558 al 1603, riguardo a certi "immigrati" del suo tempo.

"Avendo a cura il benessere dei suoi sudditi naturali, grandemente provati in questi duri tempi di penuria, è estremamente scontenta di apprendere il numero elevato di neri e mori che (da quanto le viene riferito) si sono insinuati in questo regno in seguito alle tensioni tra Sua Altezza e il re di Spagna, i quali sono spinti e scaricati qui con grande aggravio della gente dei suoi feudi, che necessita dell'aiuto che quelli consumano;  dato anche che la maggior parte di loro sono infedeli, senza comprensione di Cristo o del suo Vangelo, ha dato ordine speciale che detta razza di persone sia con massima urgenza evitata e rimossa dai domini di Sua Maestà."

E così avvenne, fino a tempi molto più recenti. Notiamo il riferimento ai sudditi "naturali", tipico di un'epoca in cui alla base della nazionalità era ancora l'identità di popolo e la comunanza di tradizioni e religione, non il semplice fatto di trovarsi in suolo inglese. Notiamo anche che la fede religiosa non era pretesto per accogliere indiscriminatamente chiunque, a scapito della popolazione locale, ma era anzi motivo di separazione.
Di certo Elizabeth I non poteva immaginare che il suo paese 4 secoli dopo sarebbe diventato la babilonia dei popoli, e che i sovrani recanti il suo stesso nome sarebbero ormai stati privi di qualsiasi... sovranità!

Mandragola



GEOINGEGNERIA OCCULTA: ESCALATION

video


domenica 27 ottobre 2013

ANDARE OLTRE IL PENSIERO UNICO

video


NON ESISTE PIU' LO STATO E DI CONSEGUENZA NON CI SONO PIU' CITTADINI MA SOLO POLLI DA SPENNARE

video


L'ULTIMO MESSAGGIO DI NANDO IOPPOLO

video


Il Circolo dei Scipioni secondo me,ha utilizzato il suo nome (nando Ioppolo) senza dar conto veramenete al suo pensiero
mi è sembrata una conferenza in modo tale che si pubblicizzi e si crei un partito politico di sinistra forte per combattere il liberismo (assurdo).

Hanno parlato di tutto e di più, tranne che del pensiero di Nando Ioppolo, per la maggior parte del tempo.
Finalmente dopo 3 ore di attesa è Arrivato il suo pensiero, grazie al signore presente nel video che ha espresso i 3 concetti fondamentali del suo pensiero in pochi minuti, a differenza dei conferenzieri che secondo me, non sono riusciti a trasmetterlo in 3 ore.
Il Circolo dei Scipioni , da quanto ho visto e sentito ieri, non si può permettere minimamente di rapprensentare il pensiero di Nando Ioppolo.
RispondiElimina

Risposte


  1. Condivido che qualcuno voglia speculare sul nome e sull'opera di Nando, MA NON LO PERMETTEREMO.

    Tra i relatori va riconosciuta la coerenza di Nino Galloni sul quale Nando faceva molto affidamento apprezzandone il rigore morale e l'elevata indiscussa competenza.

    Grazie per il commento.

    Un saluto
    Elia Menta


sabato 26 ottobre 2013

INGEGNERE O CIALTRONE?

Mi presento, sono un ingegnere laureato con lode. Sentire le teorie pseudo scientifiche del sig.Menta sarebbe un gran divertimento, se non fosse per il fatto che lui lucra sui propri libri senza alcun fondamento. Speriamo che con un moto di dignità egli scelga di porre fine a questa ridicola pantomima delle scie chimiche. Saluti

RISPOSTA
SI presenta? Affermando di essere un ingegnere? Presentarsi significa fornire Nome, Cognome, allegare copia della sua presunta laurea e poi, prima di fornire la sua farneticante e infangante opinione, documentarsi quel tanto che le permetta di NON fare meschine figure.
Lei infatti afferma "..sig.Menta ... lui lucra sui propri libri".
Caro "Ingegnere", mi è materialmente impossibile lucrare su "propri libri" per la semplice ragione che non MAI PUBBLICATO UN SOLO LIBRO. La sua accusa è pertanto priva di qualsiasi fondamento ed è facilmente smentibile!
Approfitto dell'occasione per ricordare CHE MAI HO RICEVUTO SOLDI DA CHICCHESSIA E NEMMENO SU QUESTO BLOG E' COMPARSA PUBBLICITA' CHE POSSA ANCHE SOLO LONTANAMENTE FAR PENSARE CHE CIO' CHE DA ANNI FACCIO VENGA FATTO PER SCOPI DI LUCRO.
Ho sempre tirato fuori SOLDI MIEI, caro il mio "Ingegnere".

Quindi di cosa sta parlando?
Torni a fare il suo mestiere di cialtrone. 

Elia Menta

P.S.: http://www.youtube.com/watch?v=rlXIW4uLFE8 (mia conferenza integrale tenuta a Modena il 16 ottotre 2013.