lunedì 16 dicembre 2013

IL VERO ECONOMISTA TI DICE CHIARAMENTE: "SEI UNO SCHIAVO"

video

8 commenti:

  1. Signor Menta, non dovrebbe vedere video qua e la e poi commentarli. Si legga Il Più Grande Crimine prima e Il Programma Di Salvezza Nazionale MMT dopo. Giusto per avere un'informazione completa.

    RispondiElimina
  2. Conosco entrambi.
    Il primo fornisce un'analisi molto parziale (sembra che la storia cominci dagli anni '70) e nega il signoraggio;
    la seconda non dice nulla di nuovo rispetto a ciò che dicono diversi economisti italiani. E tace sugli aspetti giuridici della moneta.

    Ma, e lo ripeto per l'ennesima volta, non ho più interesse verso le discussioni inutili. Ciascuno creda ciò che le pare.

    Saluti

    RispondiElimina
  3. Scusi dott. Menta, ma dove ha sentito che Barnard parla di banche pubbliche??? Barnard parla fino alla noia di BANCHE PRIVATE, dalla BCE in giù!!

    Barnard parla di elites alla deriva dopo l'illuminismo che a poco a poco si sono riorganizzate, più o meno come il "nostro" Nando (per quello tempo fa Le chiesi se Nando avesse dato seguito al proposito di esplicitare tali elites con nomi e cognomi). DOVE HA LETTO CHE PRIMA DEL 70 NON ESISTE NULLA???

    Barnard nega il signoraggio perché se la moneta è dello Stato (come non è ora) non c'è signoraggio, ma è una truffa uguale, ma chissenefrega!!! Campanili anche su queste cose??

    Perché l'altro giorno ci ha tenuto così tanto a rimarcare la differenza tra moneta sovrana e sovranità monetaria? Ma se uno vuole tornare alla moneta sovrana, alla sovranità piena del proprio stato, se vuole rinnegare i trattati, considerandoli criminali, ecc. ecc.......stiamo lì a sottilizzare su una differenza che magari non è nemmeno voluta? Così come i seguaci di Barnard che addebitano a Bagnai di doppiezza perché ha firmato un manifesto?

    Ma perché continuate a coltivare la vostra parrocchietta quando dite poi quasi le stesse cose??? E metto tutti sullo stesso piano, Barnard, Bagnai e da oggi, ma solo da oggi e me ne dispiaccio molto, anche Lei: c'è uno stato che sta andando alla malora e state a disquisire se uno parte dal 70, se l'altro firma un manifesto, o se l'altro ancora ha un caratteraccio, o se iquelli dei forconi sembrano, effettivamente, poco....dotati? Ma unitevi e cerchiamo di andare avanti!

    Ho scritto di getto, senza rileggere e mi scuso in anticipo, ma da Lei proprio non me l'aspettavo e sono deluso a morte, davvero.

    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://perchiunquehacompreso.blogspot.it/2013/12/barnard-si-svelale-banche-sono-enti.html

      Elimina
    2. Ma mi ha linkato l'articolo che ho citato e commentato prima....


      E dove dice che le banche sono pubbliche? Dice che il potere politico potrebbe, e non lo fa, regolamentarle. Barnard ha sempre, sempre, ripeto, sempre detto che la BCE privata, fatta da banche centrali private, emette denaro e lo immette nel circuito delle grandi banche private.

      Ma se vuole intendere che Barnard lascia intuire che le banche potrebbero anche essere pubbliche, ricordi Ioppolo: "Non sono contrario a che le banche creino moneta bancaria, sono contrario a che le facciano quelle private"! Ho citato a memoria, ma dov'è la differenza con la moneta creata dalla banca centrale alle dipendenze del potere politico propugnata da Barnard, Bagnai, Borghi...

      Lei parla di Mosler.....Certo che per dire certe cose non ci volevano i mosler d'oltreoceano ma qualche anno fa, chi c'era? Chi sapeva e non si esponeva? Ben Venga Mosler, Ben Venga Bagnai, ben venga Ioppolo, tre Keynesiani che si fanno la guerra ed il potere ride.

      Guardi, linko, ma è il primo articolo che ho trovato, giuro che ne troverei altri 100 simili, dove, anche a proposito di elites, come diceva esattamente Ioppolo, si va indietro molto nel tempo, e si conferma quanto dicevo prima. Nero su Bianco.

      Riporto solo uno stralcio, a confutare la storia degli anni 70:

      -------------------------------
      "Dottor Barnard, nel suo saggio lei parla di un grande crimine compiuto nei confronti delle popolazioni, aggiungendo che la democrazia sotto taluni punti di vista è in pericolo. Può essere più chiaro?
      “I cittadini devono capire che le élites che guidavano i destini dei popoli fino all’avvento delle democrazie non si sono mai rassegnate a perdere quello che avevano e che dominavano con potere assoluto, cercando nel corso degli ultimi decenni di mantenere o recuperare il controllo della ricchezza mondiale. Questo è stato fatto in particolare in Europa con un disegno venduto all’opinione pubblica e alle classi politiche come unità europea. Esso nascondeva invece solo un programma di dominio della ricchezza del Vecchio Continente. Noi abbiamo identificato tale disegno facendo una ricerca storica, dando nomi e cognomi ai protagonisti e individuando come ultima tranche di questa operazione la creazione dell’unione monetaria europea. Un programma di spoliazione dei beni comuni a favore delle élite con la sottomissione totale degli Stati attraverso la sottrazione della moneta”."

      ______________________

      Tale e quale Ioppolo.

      qui l'intervista integrale:

      http://notizie.tiscali.it/articoli/interviste/12/10/barnard-paolo-grande-crimine-intervista.html

      Quello che però non ho capito, ma è una domanda non provocatoria, mi creda, è se Lei ritiene si debba rimanere nell'euro e/o nella UE.

      Saluti

      Paolo

      PS: Non sono ne "Barnardiano" ne "Bagnaiano", ne "Ioppoliano", ma sono contro chi dice: Lui prima taceva e ora mi attacca per farsi pubblicità"; contro chi dice : Lui non ha inventato nulla, sono teorierisapute che sono nei libri di testo (ma infatti Barnard inizia sempre i suoi convegni elencando grandi economisti dei secoli scorsi, capostipiti delle teorie monetarie propugnate e mai spacciando per novità quello che divulga); sono contro chi ha un caratteraccio che non gli consente di andare d'accordo con nessuno; sono contro chi, durante un incendio chiede i documenti al vigile del fuoco.....

      Elimina
    3. In questo blog dico ciò che penso, motivandolo.
      Su Barnard ho più volte espresso il mio parere come pure sulla MMT. E non ho alcuna voglia di ricominciare daccapo.

      Come è scritto nel primo cartello in alto a destra "Spesso nella vita non sono le persone a darti ragione, ma il tempo".

      Un saluto
      Elia Menta

      Elimina
  4. Vedo che l'ha presa male: davo per scontato che nel Suo blog parlasse di ciò che pensa. Volevo solo commentare il suo post. Solo che temevo di aver equivocato il suo pensiero e, sinceramente, prima di proseguire, chiedevo lumi. tutto qui.

    E comunque mi rendo conto che essere smentiti dal primo che passa, digiuno di economia, sulla storia degli anni 70 e su quella delle banche pubbliche, è seccante.

    Non La disturberò più.

    Tanti cari saluti.


    Paolo

    RispondiElimina
  5. La lotta all'usura è millenaria, non certo roba recente.

    Smentito? Se le fa piacere lo creda pure.

    Stai bene.
    Elia Menta

    RispondiElimina

Scrivi un tuo commento: