sabato 6 aprile 2013

TUMORE E TRAUMI PSICHICI



Sentenza epocale del Tar del Piemonte. Intervista al primario di psichiatria dell’ospedale Molinette di Torino.

Dall’articolo, a firma Massimiliano Peggio, dal titolo “Il Tar: il tumore della guardia è colpa del carcere” pubblicato dal giornale “La Stampa” di Torino il 10 marzo 2013.
“… Era un sovrintendente capo della polizia penitenziaria. Per molti anni è stato a contatto con terroristi ed era da colpire. E’ morto per un tumore allo stomaco nel 2009. … I familiari sono ricorsi al tribunale per ottenere il riconoscimento della causa di servizio. Il medico, dopo aver valutato la documentazione medica non ha avuto dubbi: tutta colpa dello stress.

Una catena di eventi: prima l’ulcera, poi gli interventi chirurgici e infine il tumore allo stomaco. ”… L’esposizione lavorativa del sovrintendente –ha scritto il perito- ha posto le premesse per l’induzione dell’ulcera duodenale e …per lo sviluppo della neoplasia …”.
”La sentenza del Tar ha qualcosa di epocale…”.
Ora, afferma il legale, ripartirà la procedura per la valutazione delle implicazioni economiche come gli indennizzi o la pensione”
.
Dall’intervista al dr. Vincenzo Villari, primario di psichiatria dell’ospedale Molinette di Torino relativa all’articolo precedente e pubblicata sulla stessa pagina del giornale:

D.: dr. Villari: è proprio vero che lo stress può uccidere?
R.: che lo stress possa portare modifiche biologiche e somatiche è provato e fuori dubbio. Lo stress è una stimolazione acuta o cronica: quando l’organismo si adatta, si supera lo stress. Quando l’organismo non è in grado di adattarsi, o lo stress è troppo intenso, allora la reazione può essere una patologia”.
D.: malattie psichiche o un tumore come in questo caso?
R.: malattie psichiche o psicosomatiche. Sul fatto che lo stress possa portare conseguenze organiche non ci sono dubbi….
D.: In questo caso lo stress aveva causato l’ulcera, malattia professionale riconosciuta anche legalmente. Poi c’è stato il tumore allo stomaco. Possono esserci certezze sulla successione delle due patologie?
R.: Ci sono una serie di concause: se una malattia è causata da stress, può aggravare e anticipare la patologia più grave …”
.
Nel 2005 è stato conferito Il premio Nobel per la medicina a due ricercatori australiani –Barry S. Marshall e J. Robin Warren per aver scoperto che la causa dell’ulcera gastroduodenale è dovuta al microbo helicobacter pilory. E’ invece ormai certo che in molti casi si sono riscontrate ulcere in assenza di helicobacter pilory. Un medico, nel corso di un seminario, ha affermato che alcuni suoi colleghi che hanno assunto, a titolo sperimentale, l’helicobacter pilory non hanno sviluppato alcuna ulcera ma solo qualche lieve disturbo intestinale.Scrisse l’antropologo-teosofo Bernardino del Boca: “L’ulcera non deriva da ciò che si mangia ma da ciò che ci mangia, ci rode dentro … Quando i teosofi, circa 100 anni fa, iniziarono a parlare di disturbi psicosomatici i medici li derisero … La NUOVA MEDICINA psicosomatica dovrà lottare ancora a lungo per imporre la visione della realtà …. Che cos’è un virus?” (sito internet: “Teosofia – Bernardino del Boca – Cat. Medicina – Nuova Medicina).

Testamento per una NUOVA MEDICINA” è il titolo del libro del medico tedesco dr.Ryke Geerd Hamer che, con la scoperta delle correlazioni esistenti tra il trauma psichico il cervello e gli organi, ha posto anche le basi per una migliore comprensione del ruolo dei microbi “in natura” e, conseguentemente, le varie malattie che, come l’ulcera, vengono sovente attribuite a microbi (funghi. batteri, micobatteri, virus ecc.) sono invece da intendersi prevalentemente ascrivibili a traumi psichici. Anche Antoine Béchamp, scienziato contemporaneo del chimico Louis Pasteur, padre della moderna microbiologia, riteneva che i microbi, nella maggior parte dei casi si trovano allorché il terreno biologico è già alterato da più fattori: mancanza di igiene, alimentazione errata, inquinamento terrestre, atmosferico, elettromagnetico, nucleare, armi biologiche, batteriologiche, droghe, farmaci ecc., ma anche, e soprattutto, da traumi psichici.

Le più avanzate ricerche confermano quindi che fra le cause dei tumori ci sono i traumi psichici come affermato ora anche nella sentenza suindicata.


Paola Botta Beltramo


3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Si dice semplicemente che le cause primarie, vere, delle malattie non devono essere ricercate esternamente a noi, ma internamente. C'è un mondo che la scienza "ufficiale" ancora si rifiuta di riconoscere per ignoranza ma soprattutto perchè non ci può lucrare sopra.
    Problema: ho una malattia
    Soluzione: oltre che imbottirmi di medicine (se proprio voglio), prendo uno dei tanti manuali che spiegano le correlazioni fra malattia e analisi interiore e vedo di risolvere, altrimenti rischio di far sparire il sintomo ma non la causa.
    A me non pare che si stia diffondendo angoscia o paura ma strumenti per poter vivere un pò meglio in un fottuto mondo in cui la realtà viene alterata e la verità volutamente nascosta.
    Anche a me piacerebbe parlare solo di amore e pace e bene ma questa è una battaglia in cui bisogna essere concreti, in cui tra l'altro è necessario diffondere informazioni che possano aiutare la gente a sopravvivere (ormai siamo arrivati a questo) e che possano spronare ad alzare il culo dal divano.
    AM

    RispondiElimina
  3. Paola Botta Beltramo7 aprile 2013 15:26

    Rispondo a Claude Panzeri: paga la propria coscienza. Al contrario di quanto lei afferma la paura nasce dall’ignorare di ignorare. E’ forse meglio pensare di essere vittima del fato o di un microbo devastante che non si sa da dove proviene? Le vicende della trascorsa presunta pandemia suina non hanno insegnato nulla? E non sono nemmeno utili le recenti dichiarazioni del Nobe l Luc Montagnier ? (vedi cat. Aids – sito internet “Teosofia-Bernardino del Boca)
    Una corretta diagnostica diventa già di per sé un atto terapeutico. Le cure sono molte ed anche individuali ma come ha scritto l’utente anonimo curare i sintomi senza comprendere le vere cause può diventare deviante anche per la ricerca. Un esempio: conosco una persona alla quale dodici anni fa venne diagnosticato un tumore alla testa del pancreas giudicato incurabile. Comprese che la causa del suo problema era nato proprio nell’ambiente di lavoro, cambiò lavoro e si ristabilì in breve tempo.
    “…poiché la salute psicofisica è di fatto correlata positivamente al grado di benessere di sviluppo economico, ogni tentativo di ridurre le malattie alle loro componenti molecolari/genetiche è destinato a fallire, dato che ci fa dimenticare l’importanza di fattori ambientali, le abitudini e gli stili di vita….ogni malattia è un unicum, ovvero qualcosa di irripetibile e variabile da individuo a individuo….la filosofia raggiungerà i suoi migliori risultati quando si confronterà con le singole scienze….(Mauro Dorato – Filosofia della medicina – “Pensare la salute e la malattia….” – da “Il sole 24ore” 14-11-2010) (vedi cat. Medicina-Genetica-Scienze finanziarie-Geoingegneria del citato sito “Teosofia-Bernardino del Boca”)

    RispondiElimina

Scrivi un tuo commento: