sabato 2 novembre 2013

ANCORA INTIMIDAZIONI

Ricevuta mail per conoscenza alle ore 6.45 di stamattina


Gent.ma Polizia Postale - Sezione di Imperia
e p.c.
Gent.ma Polizia Postale - Sezione di Asti
Procura della Repubblica presso il Tribunale di Imperia - c.a. Dott.sa Maria Paola Marrali

la presente per segnalare che il Sig. Rosario Marcianò, residente a Sanremo (IM), Via Dante Alighieri 147/4, email: tanker.enemy@gmail.com
tel: 0184503528, in concorso con il Sig. Elia Menta, residente a Montegrosso d'Asti, email: perchiunquehacompreso@gmail.com
ha pubblicato sul canale Youtube un video nel quale, in relazione al sequestro di materiale informatico eseguito presso l'abitazione del Sig. Rosario Marcianò in data 30/10/2013 su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Imperia, accusa apertamente e pubblicamente la Polizia Postale di Imperia e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Imperia nella persona della Dott.ssa Maria Paola Maralli:

1) di aver disposto una operazione della Polizia Postale "illegale ed illeggittima"
2) di essere, come Magistrato, dalla parte dei soggetti che il Marcianò definisce "disinformatori"
3) di aver insabbiato alcune sue querele presentate nel passato
4) di aver messo l'Ordine Giudiziario a disposizione dei soggetti dal Marcianò definiti "disinformatori" che hanno sollecitato il sequestro
5) di operare illegalmente
6) di aver compiuto un sopruso nei confronti del Sig. Marcianò per un reato inesistente
7) di aver fatto trapelare informazioni verso i soggetti dal Marcianò definiti "disinformatori" in violazione del segreto istruttorio
8) di aver imbastito contro il Sig. Marcianò "processi farsa" costruiti "a tavolino"
9) di essere Magistrati "conniventi e consenzienti" che appogiano delinquenti
10) di aver compiuto un'azione a delinquere per aver disposto il sequestro
12) di essere complici di genocidio.

Il Sig. Marcianò dice inoltre testualmente (probabilmente riferito alla Polizia e/o ai Magistrati) "Questi vanno presi ed impiccati".

Il video diffamatorio del Sig. Marcianò e del Sig. Menta è visibile qui: https://www.youtube.com/watch?v=1NUIzUYmKYY
Comunico, per ogni evenienza, di aver realizzato copia del video che potrà essere fornito dietro vostra semplice richiesta.

La presente per mettervi nelle condizioni di intraprendere tutte le iniziative da voi ritenute opportune.


Distinti saluti



3 commenti:

  1. Ahimè per Butler, quello che si è detto in questo blog è tutto vero.
    Non sarà un verme delatore a far cambiare idea a molti italiani disposti a prendere tutta questa magistratura medievale e mandarli a lavorare i campi. Così capiscono di cosa stiamo parlando.

    Per quanto riguarda la frase "Questi vanno presi ed impiccati" io ho capito che ci si riferiva ai disinformatori. Purtroppo visto il loro contributo al male, non si può pensare che ad una punizione esemplare.

    D'altronde apprendo che è stato abolito anche la libertà di parola e di pensiero.

    Massima solidarietà per Elia Menta e i fratelli Marcianò.

    RispondiElimina
  2. Sono alla frusta...

    RispondiElimina
  3. Che tristezza, come nel medioevo o nelle peggiori dittature.

    Ma purtroppo è tutto già visto e ancora lo rivedremo a meno che non riformino questa giustizia e l'assoluta discrezionalità dell'"obbligatorietà dell'azione penale"...

    Ieri ho visto i video del generale Mini e della Smallstrom, e fanno un sacco di collegamenti interessanti che mi hanno aiutato a comprendere meglio l'intervista di febbraio a Marcianò.

    In bocca al lupo a Elia e Rosario, questo odio nei vostri confronti mette un po' paura, speriamo che si risolva come dovrebbe: che aprano gli occhi anche loro.

    RispondiElimina

Scrivi un tuo commento: