giovedì 21 novembre 2013

TASK FORCE BUTLER: LIBERO DI MOLESTARE, DIFFAMARE, INTIMIDIRE, MINACCIARE...

Queste sono le mail da me ricevute nella sola giornata di oggi, esattamente fino a circa le ore 22.30

Per conto di chi agisce quest'uomo?

1
2
3
4
5
6
7
8



13 commenti:

  1. Sono persone che fanno questo di mestiere. Ma non era chiaro?!
    Ecco in cosa consiste la loro attività: molestare, intimidire, "segnalare", corrodere i nervi, più volte al giorno. Se vengono giustamente denunciati abbiamo visto che accade (vedasi cosa è accaduto e stà accadendo a Marcianò).
    Gli italiani nel frattempo che fanno?!? Dico, nel concreto.
    La risposta è anche il motivo per cui esistono persone che molestano per mestiere, indisturbate. Tanto chi gli fa nulla?
    Io sono vissuta in un paesino in cui tutti si davano una mano. Lo ricordo bene, erano persone semplici, ma i valori umani più importanti ancora esistevano. Nessuno veniva lasciato solo, nessuno veniva lasciato nella merda, cosa che oggi è diventata la normalità.
    Ci hanno strappato tutto ciò che avevamo di più importante, tutto. Si sono infiltrati nelle nostre menti e ormai pensiamo, agiamo come loro vogliono. Da esseri egoisti e paurosi. Non è rimasto praticamente nulla di umano, vero. E ancora la massa, compresi purtroppo quelli che "hanno capito", ha paura di perdere qualcosa. Purtroppo abbiamo perduto la capacità di capire per cosa davvero vale la pena vivere, e lottare per difendere quel qualcosa. Ormai crediamo che valga la pena vivere per tutte le puttanate che il sistema ci ha dato, che il sistema ci da e che il sistema può quindi toglierci da un momento all'altro. Così non viviamo ma sopravviviamo paurosi, in un angolino, tremanti, con la paura fottuta che qualcuno venga a rubarci quel qualcosa che noi riteniamo importante ma che in realtà vale meno di niente. E per colpa della paura, figlia dell' egoismo, lasciamo gli altri soli, lasciamo gli altri combattere da soli, così "non rischiamo".
    E senza uomini nè donne VERI i servetti del sistema sono liberi di fare ciò che vogliono, anzi... siamo tutti apparentemente "liberi di fare ciò che vogliamo" nell'epoca della più grande dittatura disumana e disumanizzante che l'essere umano abbia mai vissuto.
    AM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Approvo il commento e vorrei aggiungere ché ci sono tanti italiani per bene, istruiti e non, ché la situazione non è cosi disperata. Non tutti i giovani sono stupidi. Ne incontro tanti ché sono bravissimi e s'impegnano con il Cuore, non cadono nella trappola del consumismo e diffondano la lotta nei loro ambienti. Poco tempo fa Alex, 21 anni, ché è stato pubblicato da Elia ci ha scritto un testo ché lo dimostra benissimo.
      E stato provato scientificamente ché quando si raggiunge una massa critica sufficiente, ché non è una grande percentuale, credevo fosse intorno al 10/15 % ed ho letto ultimamente ché sarebbe molto più bassa; il restante degli uomini possono attingere ad un sapere da l'interiore, insufflato da una coscienza collettiva, certo oggi negata, ma ché sicuramente esiste.
      Credo ché possiamo interpretare l'esponenziale malvagità ché assale l'umanità anche come una tremenda paura ché destabilizza ed impaurisce l'élite ché tenta di schiavizzarci. Ci stiamo risvegliando. La speranza non è solo la consolazione degli imbecilli, è sopratutto la forza ché ci da il coraggio di perseguire un obbiettivo comune. Se non proiettiamo intorno a noi la capacità di vincere questa guerra non dichiarata, silenziosa, tanto vale costruirsi un bunker e fare scorte di acqua, cibo e da un po, ossigeno e rintanarci per sopravvivere qualche giorno in più. Dunque abbiamo Fede, non perdiamoci nell'ansia e la paura di una analisi di fine del mondo, ché fa il comodo dei psicopatici al commando. Trascendiamo tutti questi orrori e manteniamo la calma per agire meglio e più efficacemente.

      Elimina
  2. sono d'accordo con Arnaldo e Gigio. Certi osi non bisogna nemmeno considerare che esistano.
    Nadia

    RispondiElimina
  3. sono d'accordo con Gigio e Arnaldo, certi esseri non vanno considerati, anzi non esistono proprio.
    Nadia

    RispondiElimina
  4. Con certi soggetti so io che cosa ci vorrebbe...

    RispondiElimina
  5. Esatto: spam e via. Nessuna reazione. Così il loro lavoro è fallimentare.Bruno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto non è mettere o non mettere nello spam, anche perchè hanno più mail, e sono anche numerosi, inoltre diffamano nei loro blog, per non parlare poi dei sedicenti "giornalisti" ed "esperti" che diffamano nei loro articoli, blog, per non parlare di quelli che passano alle vie di fatto pedinando o facendo uscire fuori strada, ecc...
      il punto è
      PERCHE' QUESTI POSSONO AGIRE INDISTURBATI?
      CHI LI PAGA?
      PERCHE' CHI DI DOVERE NON INTERVIENE?
      GLI ITALIANI CHE FANNO NEL FRATTEMPO OLTRE CHE CHIACCHIERARE?
      AM

      Elimina
  6. Esatto: spam e via. Nessuna reazione. Così il loro lavoro è fallimentare.Bruno

    RispondiElimina
  7. Sì: spam e niente più. Così nessuno li legge (e loro vogliono essere letti più dal "pubblico" che dall'autore stesso, credo). Zero perdite di tempo. Soprattutto zero inquinamento mentale e psicologico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... Straker... hai ragione e su questo non ci piove... :-(

      Guardacaso ci si accanisce, ma non da oggi, storicamente, sempre su chi ha ragione, mai su chi ha torto... basti citare Ponzio Pilato, Gesu', e i due ladroni (almeno all'epoca l'acqua usata da Pilato non doveva essere contaminata da bario e altre schifezze a volte impronunciabili).

      Elimina
    2. Sono pienamente d'accordo, sono sempre stati i buoni a rimetterci...

      Elimina
  8. Fai come fa da anni Sandro Pascucci salva il materiale diffamatorio e pubblica anche i commenti dei diffamatori... saranno utili al momento giusto.

    RispondiElimina

Scrivi un tuo commento: