domenica 3 novembre 2013

PANDEMIE E VIRUS KILLER



Ho inserito nel post di cui al seguente  link  


Nel corso dell’intervista riportata nel video di cui sopra il giornalista Severgnini afferma che gli scienziati si sono comportati con più coscienza. Significa che gli scienziati non hanno accettato la richiesta di produrre quel prodotto che doveva essere usato per creare una nuova pandemia e soddisfare la massa di investitori che avevano sperato in un facile guadagno scommettendo su un numero elevato di persone morte ?

“Aviaria, Nature pubblica la ricetta del supervirus letale
Così, dopo 5 mesi di consultazioni tra la comunità scientifica, organismi governativi e, perché no, anche servizi segreti, l’identikit del supervirus dell’influenza, la variante dell’H5N1 è accessibile a tutti.
La rivista Nature ha svelato infatti i sistemi utilizzati da un laboratorio ad altissima sicurezza dell’università del Wisconsin per ottenere un mix fatale che mette insieme la capacità letale dell’aviaria con la rapidità di contagio della suina.
A dicembre dello scorso anno il National Science Advisory Board for Biosecurity (Nsabb) aveva chiesto il blocco della pubblicazione, circostanza che aveva suscitato un vespaio di polemiche alimentate da una parte della comunità scientifica che considerava l’intervento come una vera censura.
Il supervirus, secondo i ricercatori che lo avevano prodotto, aveva lo scopo di consentire lo studio dei punti deboli per poter successivamente individuare un vaccino. Yoshihiro Kawaoka dell’università del Wisconsin e Ron Fouchier di Rotterdam, convocati proprio dal Nsabb assicurarono che microrganismo era protetto in un laboratorio fornito di una sicurezza straordinaria.
Quello che maggiormente preoccupava i “censori” era la facilità con cui il virus killer era stato prodotto. Negli esperimenti condotti nel Wisconsin furono sufficienti solo quattro mutazioni del genoma, cinque in quelli di Rotterdam.
Già nel governo statunitense e nei servizi segreti si paventava la possibilità che bioterroristi potessero venire a conoscenza del procedimento, ma qualche mese dopo, ad Aprile, gli 007 americani hanno rassicurato le autorità statunitensi riferendo sulla scarsa competenza scientifica dei terroristi, almeno per il momento.
Così, sulla base di queste informazioni, e spinti dall’esigenza di arrivare alla realizzazione di un vaccino, sia il governo americano che il Nsabb sono tornati sulle loro posizioni. Circostanza che deve evidentemente persuaso anche le autorità olandesi.
Così, sia il lavoro dell’università del Wisconsin che quello di Rotterdam hanno ricevuto il benestare per la pubblicazione. Nature lo ha già fatto, ma anche l’altra autorevole rivista, Science, pubblicherà lo studio di Rotterdam.”
(Fonte secondaria: vitadidonna.it/news-salute)
La notizia suindicata è stata divulgata anche dalla trasmissione televisiva “Leonardo”, in onda su Rai3 il 7 maggio 2012, che ha confermato che il virus è stato reso trasmissibile per via aerea tra gli umani al fine di produrre un adeguato preventivo vaccino. (Teosofia – Bernardino del Boca – Cat. Vaccinazioni)



Paola Botta Beltramo

1 commento:

  1. Paola Botta Beltramo7 novembre 2013 10:54

    La rivista Nexus di ottobre-novembre 2013 pubblica un articolo sulla pandemia spagnola che attribuisce la causa delle morti all’uso eccessivo di aspirina. Altri articoli, pubblicati da numerosi siti, attribuiscono invece la causa di quella influenza alle vaccinazioni. Questi articoli trascurano del tutto di contemplare fra le cause anche i traumi psichici vissuti dalle persone durante il periodo bellico. Se si facesse una comparazione tra l’influenza spagnola del 1918 e la tubercolosi della seconda guerra mondiale si capirebbe che i sintomi erano quasi sempre riconducibili a quelli della tubercolosi -tumore polmonare e che quindi , come affermano ora molti ricercatori, in primis il dr. Hamer, non furono causate dal microbo in Natura (altro sono i microbi creati in laboratorio che è più corretto definirli armi biologiche e batteriologiche) perchè il microbo si trova sul terreno biologico alterato da più fattori -compreso il trauma psichico causato dalla paura della morte propria o di persone care- come prima precisato. Cure sbagliate possono poi peggiorare la soluzione come anche, ad esempio , l’uso dell’aspirina di cui sopra ma si è rilevato da testimonianze che ci sono state persone che sono decedute senza aver assunto aspirina o vaccini . Non se in che modo i due pastorelli di Fatima, ai quali la Madonna ha preannunciato la loro dipartita, siano stati curati e diventa difficile evitare domande circa la causa delle loro sofferenze (si legge che a Giacinta, in quell’ospedale consigliatole dalla Madonna, furono asportate due costole senza anestesia perchè troppo debole) e comprendere la pedagogia di lassù. Ricordo anche che i teosofi fondarono nel 1908 la lega contro le vaccinazioni perchè avevano compreso che non erano i microbi “naturali” la causa delle malattie contrariamene a quanto invece affermarono a fine ottocento molti religiosi che si dichiararono contrari alle vaccinazioni perchè convinti che le pandemie avessero origine divine.

    RispondiElimina

Scrivi un tuo commento: